Rispondi a: Parliamo un po’

#12529
Aver
Partecipante

Oddio anche a te piace Gipi? 😀 io lo conosciuto a caso con “questa è la stanza” ho comprato altro di suo ma non ho ancora avuto il tempo di leggerlo, (mannaggia a me).

Riguardo alle autrici che ho citato sono tutte autrici che hanno fatto la storia del fumetto per ragazze e per donne, (ovvero rispettivamente shojo e josei), in Giappone, infatti prima di loro erano maggiormente riconosciuti gli uomini anche all’interno della creazione di storie per ragazze. In particolare la Moto Hagio e la Takemiya sono autrici facente parte di un gruppo di autrici chiamato “gruppo 24” ovvero un insieme di varie mangaka che divennero famose per il loro modo rivoluzionario di fare manga, mentre la Ikeda era un po’ più “main stream” ma più che altro, perché lady Oscar l’ha resa molto celebre. Di fatto mi piacciono queste autrici perché le trovo veramente nelle mie corde, di fatto non ho mai letto manga per ragazze prima di scoprire loro, è che hanno delle tematiche molto interessanti e una visione dell’amore e dei sentimenti più universale rispetto ai manga attuali, (secondo me ovviamente).

Scusami ho scritto un papiro ma non ho molte persone a cui spiegare questo genere di cose, scusami ancora.

In ogni caso sono d’accordo con te sulle storie fantascientifiche e distopiche portano a degli spunti di riflessione davvero interessanti!

In ogni caso posso darti un piccolo consiglio riguardo beastars? il consiglio è se vuoi leggerlo inizialo subito perché la casa editrice che la stampa in Italia li ristampa con i contagocce i fumetti e ultimante anche con i prezzi maggiorati!

Poi ti volevo chiedere se tu ti intendi di fumetto occidentale, perchè di fatto le mie letture sono quasi tutte nipponiche ed ho pochissima cultura sul resto… quindi mi chiedevo se avessi qualche consiglio. :3